Biologia dei capelli Calvizie Comune Calvizie Femminile Diagnosi e terapia i migliori prodotti per calvizie, caduta capelli e ricrescita Ricerca e futuro

Aspirina riduce l’efficacia del minoxidil nella calvizie comune

L’aspirina non ha certo bisogno di presentazioni, essendo il farmaco (che ha come attivo l’acido acetilsalicilico) con cui è nata l'industria farmaceutica
aspirina

Tra i diversi studi scientifici pubblicati ogni giorno riguardanti le varie forme di calvizie e le relative cure, ci è parso interessante un recente lavoro di un gruppo di ricercatori che ritengono che l’aspirina, forse il farmaco più diffuso, possa ridurre l’efficacia del minoxidil che è poi il farmaco anti-calvizie più utilizzato da uomini e donne.

 

Lo studio pubblicato in rete prima della pubblicazione sulla rivista Dermatologic Therapies, ha come autori medici ricercatori esperti di capelli (tricologi) ben conosciuti come  ShapiroSinclair e l’italiano Torello Lotti.

Il minoxidil è appunto il farmaco utilizzato contro la calvizie più diffuso anche perché utilizzato sia da uomini che da donne, un farmaco la cui azione prescinde dalla questione ormonale che sta alla base della calvizie comune, dal momento che ha effetti di crescita su ogni tipo di follicolo pilifero.

La grande diffusione dell’aspirina come antinfiammatorio, febbrifugo, analgesico e quant’altro, ha trovato di recente un altro vasto impiego con l’utilizzo a basse dosi per la prevenzione delle malattie cardiovascolari nonché dei tumori.

Proprio l’utilizzo dell’aspirina a basso dosaggio (75-81 mg) come farmaco da banco che si è diffuso di recente presso milioni di persone è stato preso in considerazione in questo lavoro, in cui 24 pazienti hanno assunto aspirina per due settimane e sui quali è stata controllata l’attività, a livello dei follicoli dei capelli, della sulfotransferasi , l’enzima che rende attivo il minoxidil trasformandolo in solfato di minoxidil.

Statisticamente si può prevedere che solo la metà degli utilizzatori di minoxidil possano rispondere bene alla cura, mentre i ricercatori hanno previsto un’efficacia del solo 27% sul totale dei pazienti che hanno assunto aspirina a basso dosaggio.

In pratica lo studio parte dalla scoperta che l’acido salicilico, di cui l’attivo dell’aspirina è un derivato, inibisce nel fegato l’attività della sulfotranferasi che è l’enzima che apporta lo zolfo a varie sostanze e che, trasformando il minoxidil in solfato, lo rende attivo.

Alcuni cosiddetti “buoni risponditori” al minox. Avranno forse una maggiore presenza dell’enzima sulfotransferasi nei follicoli  dei capelli ?

L’assunzione dell’aspirina a basso dosaggio pare quindi aver ridotto l’attività di questo enzima a livello di follicoli dei capelli in modo tale da poter ridurre l’efficacia del minoxidil topico in un certo numero di utilizzatori.

Ci si potrebbe chiedere se veramente è così diffuso l’utilizzo di entrambi questi farmaci, dal momento che il minoxidil è sicuramente un farmaco utilizzato da persone mediamente più giovani di quelle che assumono  l’aspirina a basso dosaggio per la prevenzione cardiovascolare e dei tumori, tuttavia lo studio è utile per iniziare a domandarsi se anche altre sostanze di utilizzo comune non abbiano il medesimo effetto dell’aspirina e siano quindi da evitare se si vuole massimizzare l’effetto del minoxidil sulla crescita dei capelli.

Approfondimenti


Test enzimatico sull’efficacia del minoxidil
Il minoxidil nella calvizie femminile
Efficacia di minoxidil e finasteride topici

L'autore

Redazione di calvizie.net

Redazione di calvizie.net

Lascia il tuo commento