Reinfoltimenti

Perché parlare delle protesi?

Caro lettore, da tempo sentivamo l’esigenza di dedicare una lo spazio di un'intera sezione ai reinfoltimenti non chirurgici; perché ?

Caro lettore,
da tempo sentivamo l’esigenza di dedicare una intera sezione ai reinfoltimenti non chirurgici;
perché?

Perché le protesi (la corretta denominazione per questa soluzione) rappresenta una delle tre principali “vie” alla soluzione della calvizie, che qui riassumiamo:

  • Terapia Farmacologica e cosmetica
  • Chirurgia
  • Protesi

E’ dunque fondamentale che una realtà completa e unica sul web come Salusmaster per tutto ciò che riguarda la calvizie si occupi di far luce anche su questo tipo di prodotto, non solo perché richiestoci da numerosi nostri lettori in questi mesi, ma anche e soprattutto perché è proprio da questa “branca” della tricologia che proviene la maggior parte delle speculazioni, per non parlare di vere e proprie frequenti truffe con conseguenti “salassi” economici per chi si rivolge agli operatori di questo settore alla ricerca di una soluzione definitiva.

“Capelli che si integrano ai tuoi”
“Capelli veri e naturali perfettamente integrati con i tuoi capelli”
“Sistemi integrati”
“Capelli che non crescono”
“….ecc”

verità più o meno velate nascoste tra parole ad alto effetto pubblicitario per parlare in definitiva di un solo prodotto: La Protesi
Di fatto, quando si parla di “Reinfoltimenti non chirurgici” si parla di Protesi.

 

La Protesi:
è la soluzione non chirurgica per il reinfoltimento di capelli. oltre che dalla matrice, posta ancor più in profondità, costituita dalle cellule germinative del capello.

La protesi di ultima generazione utilizza una base di uno spessore simile a quello di un foglio di carta e la trasparenza del materiale rende possibile intravedere il vero cuoio capelluto sottostante.

E’ però d’obbligo mettere bene in luce, oltre agli impareggiabili vantaggi estetici di questa soluzione, anche i limiti e le caratteristiche tecniche, e soprattutto preparare psicologicamente a questa scelta.

Va anche detto che non tutte le soluzioni offerte in questo campo sono uguali.
Pertanto sarà bene presentare i differenti tipi di protesi proposte da diverse realtà presenti in commercio, contribuendo così a creare la consapevolezza che non sempre le soluzioni più pubblicizzate sono le più valide.

 
Portare una protesi non dovrebbe essere motivo di disagio, né far sentire chi la porta come un “menomato”.
Non c’è per esempio alcun problema se una donna si concede una bella protesi al seno, o se un anziano si fa realizzare una protesi dentaria perché impossibilitato a masticare.
Perché allora porsi problemi per una protesi di capelli?
Cosa dovrebbero fare coloro che hanno subito ustioni, che sono stati colpiti da particolari forme di alopecia areata, totale o universale, coloro che hanno avuto una alopecia cicatriziale in seguito a innesti di capelli artificiali, o semplicemente coloro che non sono soddisfatti della una terapia farmacologica o chirurgica intrapresa e richiedono un reinfoltimento rapido e completo?

Il risultato estetico della protesi è senza dubbio entusiasmante, soprattutto per chi parte da una situazione di calvizie molto avanzata.
Ma gli aspetti che distinguono, nella pratica effettiva, una protesi di elevata qualità da una protesi di vecchia generazione si vedono solo in dettaglio, con fotografie ingrandite della linea frontale e della base e, se possibile, con la visione, di persona, del prodotto.

 

Sending
User Review
0 (0 votes)

L'autore

Redazione Calvizie.net

Redazione Calvizie.net

La redazione di Calvizie.net è formata da...

Lascia il tuo commento