Diagnosi e terapia

Cera bianca e policosanoli anticalvizie

Uno studio su un rimedio anticalvizie della medicina cinese tradizionale, la cera bianca e sui suoi attivi principali, i policosanoli, conferma l’efficacia di queste sostanze sui topi indotti a perdere il pelo tramite la somministrazione di testosterone, emulando la calvizie comune negli uomini. I test sulla papilla dermica dei follicoli dei capelli umani con queste sostanze confermerebbero l’effetto sulla proliferazione cellulare e le stesse sostanze risultano attive in modo simile al farmaco anticalvizie finasteride nell’inibire l’enzima 5 alfa reduttasi. Ce n’è abbastanza per interessarsi a questo antico rimedio e ai policosanoli per chi voglia contrastare la calvizie androgenetica.

Biomed Pharmacother. 26 Febbraio 2017.

L’effetto di promozione della crescita dei peli della cera bianca e dei policosanoli su un modello murino di perdita del pelo indotta dal testosterone.

Wang ZD, Feng Y, Ma LY, Li X, Ding WF, Chen XM

Sintesi

La cera bianca viene usata tradizionalmente in Cina per trattare la perdita dei capelli. Tuttavia non c’è alcun report scientifico sull’efficacia della cera e del suo estratto per la ricrescita dei capelli con calvizie comune. In questo studio abbiamo esaminato gli effetti sulla ricrescita dei peli della cera bianca e dei policosanoli da questa estratti, su un modello animale di alopecia androgenetica e quali cellule siano un potenziale bersaglio per queste sostanze.

Sui topi sono stati applicati per via locale cera all’1,10 e 20% e policosanoli allo 0,5, 1 e 2%, mentre finasteride topica al 2% è stata utilizzata come controllo positivo. Sono poi stati effettuati degli esami specifici per valutare la proliferazione delle cellule della papilla dermica dei follicoli dei capelli umani messi in coltura. E’ stata testata in vitro l’inibizione della 5 alfa reduttasi da parte delle cera e dei policosanoli. Nei topi trattati con testosterone e testosterone con soli veicolanti si è avuta caduta dei peli, mentre i topi trattati con testosterone a cui è stata applicata la cera o i policosanoli hanno avuto meno caduta.

Sia la cera che i suoi policosanoli hanno mostrato un’eccezionale attività di promozione della crescita dei peli come si evince dalla lunghezza del follicolo, dalla densità follicolare, dal rapporto tra anagen e a telogen, e dal diametro del bulbo pilifero. L’effetto ottimale del trattamento si è avuto con la cera al 10% e i policosanoli all’1% ed è stato migliore rispetto alla finasteride topica al 2%.


La cera bianca e i policosanoli derivano dalla canna da zucchero.
Sul mercato sono presenti integratori di policosanoli con funzione anticolesterolo.

I test in vitro sulle papille dermiche umane hanno mostrato un aumento della proliferazione delle stesse con cera e policosanoli. I test sull’inibizione della 5 alfa reduttasi hanno mostrato che sia la cera bianca che i policosanoli inibiscono significativamente la conversione del testosterone in DHT con valori di IC50 migliori di quelli di finasteride.

Si conferma quindi l’efficacia di queste sostanze contro l’alopecia indotta da testosterone nei topi con la promozione della crescita del pelo tramite inibizione della 5 alfa reduttasi e la proliferazione delle papilla dermica dei follicoli umani che risulta il bersaglio cellulare di queste sostanze.

Approfondimenti


» Kmax hairloss supplement ANTI-DHT
» Equol: dalla soia un anti-dht nella terapia anticalvizie
» Il fiore di Pueraria contiene saponine anti-dht

Sending
User Review
0 (0 votes)

L'autore

Redazione Calvizie.net

Redazione Calvizie.net

La redazione di Calvizie.net è formata da...

Lascia il tuo commento