i migliori prodotti per calvizie, caduta capelli e ricrescita

Capsures (integratore Curcumina e Resveratrolo)

Capsures è un preparato a base di Curcumina, Resveratrolo, Capsaicina e complessi vitaminici. Presenta un'azione del Capsures sul cuoio capelluto.

Capsures è un preparato a base di Curcumina (Curcuma longa), Resveratrolo, Capsaicina e complessi vitaminici.  Recenti ricerche hanno individuato, oltre al potere antiossidante di queste sostanze, una peculiare) attività antinfiammatoria e un’azione di riduzione del colesterolo, di prevenzione delle malattie degenerative, e,per quanto riguarda il Resveratrolo di allungamento della vita nell’animale da esperimento.  Una serie di ricerche da noi effettuate ha rilevato un’inaspettata azione del Capsures sul cuoio capelluto, consistente nell’arresto della caduta dei capelli e nella ricrescita degli stress.

 

 

Capsures integratore a base di resveratrolo e curcumina
Integratore a base di resveratrolo e curcumina. La sua formula ha proprietà antiossidanti, antinfiammatorie e di riduzione del colesterolo. Ricerche hanno rivelato nell''utilizzo un arresto della caduta dei capelli e la ricrescita degli stessi.
Categoria: none
Marca: Capsures
Prezzo: 20.7 EUR

Come nasce l’idea
Come è noto, alcuni farmaci impiegati per la patologia prostatica vengono usati anche per la perdita dei capelli. In genere si tratta di inibitori della 5 alfa reduttasi , il cui capostipite è la finasteride. Il preparato in oggetto nasce con l’intento di curare le forme di carcinoma prostatico ormono‑indipendente. La letteratura aveva evidenziato che sia la curcumina sia il resveratrolo avevano un’azione inibente la crescita di cellule umane neoplastiche. L’azione di queste 2 sostanze appare di tipo endocellulare, inibiscono cioè la cascata enzimatica che porta alla trasformazione neoplastica. Tutte e 2 le sostanze sono dei potenti antiossidanti, ed è unanimemente riconosciuta la loro azione antinfiammatoria, antineoplastica, di riduzione del colesterolo e di inibizione dell’aggregazione piastrinica. Per quanto riguarda la curcumina, inoltre, è da rilevare una possibile azione agonistaantagonista sulle fibre sensorie. E’ utile spiegare brevemente cosa sono i neuroni sensori capsaicino‑sensitivi.

Questi fanno parte di un sistema di innervazione definito non colinergico non adrenergico (NANC), largamente diffuso nell’organismo, molto spesso silente, e che si attiva in condizioni di nocicezione.Il soma di queste fibre è localizzato nelle radici posteriori, e le fibre hanno un’azione afferente ed efferente. La funzione efferente consiste nel liberare alla periferia neuropeptidi per lo più dell’infiammazione (sostanza P, neurochinina A, CGRP, . Una caratteristica di queste fibre è che, una volta stimolate, restano desensibilizzate per un periodo di tempo.La capsaicina, sostanza pungente del peperone, attiva queste fibre, ed è la sostanza con cui sono state compiute innumerevoli ricerche sperimentali. Nel 1997 è stato dimostrato il recettore alla capsaicina VRl in molti tessuti, tra cui nei cheratociti. E’ altresì da rilevare che la funzione di queste fibre è anche trofica, infatti la desensibilizzazione alla nascita del ratto induce la perdita dei peli e lesioni cutanee tipo psoriasi. Le esperienze cliniche in questo settore sono iniziate quando alcuni pazienti, trattati per carcinoma prostatico, hanno notato l’arresto della perdita dei capelli ed alcuni la ricrescita.

Abbiamo allora indirizzato il nostro interesse su questo settore, sperimentando il prodotto su persone che volontariamente ne hanno fatto richiesta prima della commercializzazione. 1 soggetti interessati sono stati 50, in tutti i casi si è avuto l’arresto della perdita dei capelli, alla II‑I1I settimana dall’inizio della somministrazione di 2 cpr al dì, assunte a stomaco pieno. I risultati più eclatanti si sono verificati quando coesisteva anche una forma psoriasica. Nell’effluvio della donna, l’arresto della perdita dei capelli si è avuto in tutti i casi, e la ricrescita, in pazienti di sesso maschile anche anziani, si è avuta prima con capelli sottili e successivamente con capelli di maggiore consistenza e addirittura del colore originario. Modesti effetti collaterali sono rappresentati da meteorismo e pirosi gastrica, ma non sono presenti in tutti i casi. Ricerche in corso riguardano la prevenzione dell’alopecia in corso di chemioterapia. La spiegazione di questi fenomeni è logicamente incerta, il nostro orientamento è un’azione del preparato sulle fibre sensorie, sia come stimolo diretto, sia come azione antinfiammatoria o di stimolo diretto sulle cellule staminali, o di azione del resveratrolo, con liberazione di NO e di attivazione delle Sirt 1, che hanno azione sul ringiovanimento. Non è tuttavia da escludere anche un’azione centrale, con liberazione periferica di sostanze a tipo ormonale, la cui azione è stata dimostrata recentemente in campo sperimentale.

Ruolo dei neuropeptidi sensori sul trofismo dei capelli
Consideriamo neuropeptidi sensori la sostanza P (SP), la neurochinina A e le altre tachichinine che oltre ad essere liberati dalle fibre sensorie C amieliniche possono essere secreti anche dai tessuti infiammatori. Uno dei primi rilievi sulla funzione trofica di questi si trova nella review di Maggi e Meli del 1987. Nell’esperimento riferito i ratti desensibilizzati alla nascita alla capsaicina e quindi privi delle fibre nocicettive vanno in contro a lesioni cutanee ed oculari . L’azione trofica di questi trasmettitori rappresenta un particolare aspetto della funzione efferente. Questo sistema può operare in maniera tonica a basso livello producendo un continuo flusso di neurotrasmettitori sensori che mantiene l’integrità del tessuto. Quando gli stimoli sono particolarmente intensi si ha l’insorgenza dell’infiammazione neurogena . Il primo lavoro sperimentale che dà importanza alla sostanza P è del 1994 (Ralf Paus e collaboratori). Gli autori iniettando sottocute sostanza P in un tipo di animale da esperimento hanno notato una ricrescita del pelo in rapporto all’entità della somministrazione, lo stesso fenomeno si aveva somministrando Capsaicina. Il fenomeno fu interpretato come azione favorente della sostanza P sulla crescita del pelo. Gli autori concludono che il ciclo del capello dipende dalle concentrazioni di sostanza P sulla cute. Sottolineano inoltre la elaborata innervazione del follicolo e propongono un riesame della teoria trofoneurotica della alopecia areata e di quella indotta da stress.

Il recente lavoro di Paus tende ad una visione apparentemente diversa in quanto la capsaicina o un’agonista del recettore TRPV 1 determina  l’atrofia del capello in vitro. La serie di ricerche fatte con metodiche di biologia molecolare tendono a dimostrare un’azione negativa sulla crescita dei capelli dei neuropeptidi sensori .

Come spiegare l’azione del Capsures?
L’infiammazione sarebbe, per alcuni autori, l’elemento che determina la caduta dei capelli, ed è probabile che l’azione dei componenti del Capsures sia quella di arrestare e guarire l’infiammazione di natura prevalentemente neurogena. E’ tuttavia da rilevare che il Resveratrolo è un potente antibatterico, antimicotico, antivirale.

E’ sicuramente ancora oscura l’azione del CAPSURES sull’arresto della caduta e sulla ricrescita dei capelli. E’ da considerare sicuramente che l’azione prevalente del gruppo capsacinoide ( capsaicina, curcumina) può essere di tipo agonista o di tipo antagonista delle fibre sensorie. Tuttavia la funzione di queste sulla regolazione dell’infiammazione è ancora oscura ; è probabile che uno stimolo esogeno quale la somministrazione di curcumina e capsaicina faccia riassumere alle fibre sensorie il controllo di un processo infiammatorio non più regolato dal controllo di queste. Il ruolo del resveratrolo può essere anch’esso fondamentale nel risolvere il processo infiammatorio considerando inoltre che la capsaicina e la curcumina possono aumentare la concentrazione tissurale del resveratrolo. Il fatto che il Capsures agisca sulla psoriasi potrebbe convalidare quest’ipotesi ,sapendo che la psoriasi ha un alto contenuto di sostanza P. 1 meccanismi immunologici correlati ai neuropeptidi sensori sono ancora oscuri, è tuttavia probabile che il Capsures agisca su tutte le localizzazioni infiammatorie nell’organismo. I tre componenti probabilmente agiscono su vari siti dell’infiammazione ,con meccanismo sinergico.

Un rilievo importante che emerge dalla nostra esperienza è la ricrescita dei capelli in soggetti con calvizie senile. E’ verosimile che questo fenomeno sia dovuto allo stimolo su cellule staminali. Si apre quindi un nuovo capitolo nell’ambito del trattamento delle malattie della senescenza.

Modalità d’uso:
Si consiglia l’assunzione di 3-4 compresse al giorno durante i pasti, preferibilmente sotto controllo medico nell’ambito di una terapia della calvizie completa e variegata.

Come acquistare questo prodotto?

on-line su www.hairshopeurope.com

Documenti, servizi e collegamenti relativi a questo prodotto


» Dieta e capelli: la Curcumina
» Discussioni attive sugli integratori anticalvizie

Sending
User Review
0 (0 votes)

L'autore

Redazione Calvizie.net

Redazione Calvizie.net

La redazione di Calvizie.net è formata da...

Lascia il tuo commento