Facebook Twitter Youtube Blog Feed
Caduta di capelli
Aree tematiche
Associazioni
Credits
Collaborazioni
Shop On-line
I migliori prodotti per la caduta di capelli e calvizie: prezzi scontati
I migliori prodotti scelti
per il tuo trattamento
personalizzato:

Community
Benvenuto [registrati]
utenti collegati
a Calvizie.net » 43
Forum di discussione
Newsletter
Inserisci qui la tua e-mail per essere informato sulle novità
Trova l'Esperto
Trova l'esperto in problemi di caduta di capelli e calvizie
Trova il miglior esperto
specializzato in calvizie
più vicino a casa tua
clicca qui per entrare
Area Professionisti
Scopri le iniziative organizzate da Calvizie.net e dedicate ai professionisti del settore
Scopri le iniziative
dedicate agli operatori
del settore
Servizi e utilità
Notizie e novità sulla caduta dei capelli: nuovi trattamenti, studi, ricerche
Le più recenti notizie, novità e curiosità sul mondo dei capelli: studi scientifici, ricerche, sperimentazioni, nuovi prodotti.
Ma anche interviste ai maggiori esperti mondiali in tema di calvizie, congressi e altri approfondimenti per restare sempre aggiornati.


05/Feb/2016 Subferrina
Integratore nutrizionale specifico per capelli, indicato per normalizzare le situazioni di deficienza di ferro o anemia da deficienza di ferro e riportare nel giusto range di valori la ferritina. Contiene lattoferrina bovina caratterizzata da un’esclusiva forma farmaceutica sublinguale che ne massimizza e standardizza i risultati. La sua assunzione è totalmente esente da effetti collaterali, consentendone un utilizzo continuativo e quindi una stabilità dei risultati ottenuti.

22/Gen/2016 Lattoferrina e problemi di capelli
Dopo avere mostrato l'importanza della lattoferrina nel metabolismo del ferro, passiamo qui ad analizzare lo stretto rapporto esistente tra quest'ultimo e i diversi problemi di capelli, sia per quanto riguarda gli effluvi che per quanto riguarda le alopecie femminili e maschili. Si individua poi nella somministrazione di lattoferrina sublinguale la forma migliore per ottimizzarne l'assorbimento.

15/Gen/2016 Lattoferrina
Due studi clinici condotti dall’Università della Sapienza di Roma (1; 2), ed uno condotto dall’Università di Menoufia in Egitto(3), descrivono come la somministrazione di lattoferrina bovina, a confronto con la somministrazione orale di ferro solfato, migliori non solo i livelli di ferritina in maniera significativamente superiore, ma vada a migliorare anche i parametri ematologici modulando l’omeostasi del ferro agendo su di un meccanismo scoperto recentemente. Un altro aspetto rilevante messo in evidenza da tali studi è l’assenza di effetti collaterali durante l’uso di lattoferrina bovina.

05/Gen/2016 Il fillanto emula finasteride
Uno studio internazionale sugli effetti del fillanto usato topicamente e confrontato con finasteride, mostra che l'estratto di questa pianta ha attività sulla 5 alfa reduttasi analoga a quella del noto farmaco anti-DHT e che nei topi albini che sviluppano alopecia con somministrazione di testosterone, porta a ricrescita del pelo con proliferazione attiva dei follicoli piliferi. In particolare l'estratto di fillanto pare agire sulla 5 alfa reduttasi d tipo 2 che è l'enzima inibito specificamente da finasteride.

22/Dic/2015 Cosa resta del 2015 - Buone Feste
Vogliamo ricordare brevemente quelli che a nostro giudizio sono stati i fatti salienti nel campo della lotta alla calvizie nel 2015, l'anno che si sta chiudendo. Come sempre ci sono speranze e promesse che tutti si augurano che possano realizzarsi ed essere mantenute.

19/Dic/2015 Pelle d'oca indotta contro l'alopecia da trazione
L'alopecia da trazione è dovuta alle persistenti sollecitazioni meccaniche sui follicoli piliferi dovute spesso alle procedure di tipo cosmetico ed estetico che riguardano la capigliatura (comprese quindi la realizzazioni di "code di cavallo" e trecce). In questo test clinico su alcune donne si è provato ad agire sul minuscolo muscolo erettore del pelo (quello che solleva peli e capelli con l'orripilazione o "pelle d'oca") e per farlo si è puntato su un agonista del recettore adrenergico alfa1, recettore che è espresso da questa muscolatura liscia. I risultati sembrano incoraggianti e possono aver individuato un approccio che forse potrebbero essere utili anche per rafforzare i capelli più deboli e diradati.

12/Dic/2015 Dutasteride altera il metabolismo lipidico
L'inibizione della 5 alfa reduttasi di tipo I e II con Finasteride e Dutasteride inibisce non solo la trasformazione del testosterone in DHT, ma anche la degradazione del cortisolo in diidrocortisolo. In questo studio britannico è stato analizzato l'accumulo nel fegato dei lipidi in seguito alla somministrazione di FInasteride (5 mg al giorno, dose per la cura dell'ipertrofia prostatica) e di Dutasteride (0,5 mg, dose usata anche per la calvizie). Solo Dutasteride (non Finasteride) ha mostrato dopo 3 settimane di somministrazione un'alterazione del metabolismo lipidico.

05/Dic/2015 Cause meccaniche della calvizie
Un approccio "fisico" al problema della calvizie comune che individua nelle sollecitazioni meccaniche dello scalpo provocate dai muscoli frontali e trasmesse ai follicoli attraverso il derma sottostante tramite la galea (un tessuto di tipo tendineo che collega il muscoli frontali agli occipitali). Tutto questo a causa della sensibilità agli stress meccanici di Hic-5, un coattivatore del recettore degli androgeni sensibile alle sollecitazioni di tipo meccanico. Ipotesi che sembra contraddire la pratica della ginnastica dello scalpo (o facciale) che prevede appunto la ripetizione delle contrazioni dei muscoli frontali per contrastare la calvizie. Lo studio, anche se arriva a conclusioni probabilmente sbagliate, è interessante perché cita alcuni processi biochimici e fattori scoperti di recente che sono alla base della calvizie comune, inoltre identifica come causa importante la fibrosi (che verrebbe peraltro contrastata dalle terapie "fisiche" come la stessa ginnastica facciale).

25/Nov/2015 Unità follicolari e microinnesti a confronto
Uno studio italiano dell'Università di Parma ha messo a confronto le unità follicolari (FU) con i microinnesti convenzionali (di 1-2 capelli) per valutarne la sopravvivenza e l'attività di crescita. Lo studio è stato condotto con coltivazioni in vitro di questi innesti che sono stati misurati al momento del prelievo e dopo 10 giorni. La sopravvivenza è risultata identica nei due gruppi, ma i microinnesti hanno mostrato una crescita in lunghezza del fusto maggiore (oltre il 30% in media). L'ipotesi avanzata per questa differenza prende in considerazione il tessuto adiposo che circonda gli innesti che quando è abbondante, come accade nelle FU, può portare a un minore approvvigionamento dei nutrienti che fanno crescere i capelli (anche se gli autori stessi dello studio fanno presente che queste differenze tra FU e microinnesti andrebbero verificate in vivo).

19/Nov/2015 Tuia orientale contro la calvizie
Sono stati testati alcuni principi fitoterapici della medicina cinese tradizionale per valutarne l'efficacia contro la calvizie comune. Su nove sostanze testate, quattro hanno dimostrato forte attività inibitoria della 5 alfa reduttasi, l'enzima coinvolto nella trasformazione del testosterone in DHT e la cui inibizione è alla base della lotta alla calvizie comune con farmaci come finasteride. Tra le quattro sostanze individuate spicca però l'estratto di Platycladus, ossia la Tuia orientale, che era già stata al centro di studi contro la calvizie. Questo estratto pare inibire efficacemente la 5 alfa reduttasi di tipo II che è proprio l'enzima bersaglio di finasteride, diminuendo i livelli di DHT e la sua espressione nella cute e ritardando l'entrata in telogen dei follicoli. Questi studi potrebbero stare alla base dello sviluppo di una nuova generazione di integratori contro la calvizie.
Calvizie.net - copyright 2001-2015 - tutti i diritti riservati - riproduzione anche parziale vietata